Passata in Prima commissione la legge per l’istituzione del Comune di Campiglia Cervo dalla fusione dei Comuni di Campiglia Cervo, Quittengo e San Paolo Cervo

Vittorio Barazzotto: «Ora l’ultimo passaggio in Consiglio e dal prossimo anno si potrà avere il comune unico con nuove elezioni».

Dopo il referendum fra i cittadini passato con esito positivo a larghissima maggioranza ed un iter iniziato prima della scorsa estate, oggi in Prima Commissione è stata approvata la legge che istituisce il comune unico di Campiglia Cervo dalla fusione di Campiglia Cervo, Quittengo e San Paolo Cervo.

Relatore della proposta il presidente della Prima commissione Vittorio Barazzotto che commenta con favore l’esito del passaggio in commissione: «Sono soddisfatto dell’accorpamento perché resto fermamente convinto che le fusioni dei comuni vadano cercate sempre con maggiore impegno e volontà da parte di tutti i nostri amministratori. Dopo Lessona e Crosa anche i tre comuni della Valle Cervo vanno nella direzione di mettere in rete le risorse, il personale (che avrà come sede Campiglia) e le strutture, beneficiando anche di incentivi previsti dalla fusione. Ora l’ultimo passaggio sarà in Consiglio, con tutta probabilità nella seduta del 15 dicembre e dal prossimo anno il nuovo comune procederà a nuove elezioni». 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *